Fondazione Sosteniamoli SubitoLoghi

News Riduci

Roma, 13 settembre

venerdì 13 settembre 2013/Categories: News

Una cartina con 27mila punti che resta incompleta, una censimento delle morti ancora parziale e in drammatico aumento. E ancora: indagini, processi e bonifiche. Ecco il quadro della situazione allarmante relativa al fenomeno amianto oggetto dell’interessante articolo/inchiesta sull’amianto pubblicato sull’Espresso del 12 settembre in cui ancora una volta si ribadiscono gli effetti nocivi dell’esposizione all’asbesto – asbestosi, mesotelioma pleurico o peritoneale, carcinoma bronchiale, mesotelioma – ed i complicati espedienti adottati dai ricchi industriali per tenere all’oscuro della crudele verità, circa la cancerogenicità dell’amianto, i poveri operai.
È questa una piaga conosciuta già da un secolo come riferisce anche riferisce il procuratore di Torino Raffaele Guariniello (pm che ha seguito la sentenza storica sull’amianto del 13 febbraio 2012 emessa dal tribunale di Torino che aveva condannato in primo grado De Cartier e Schmidheiny per disastro ambientale doloso permanente e per omissione volontaria di cautele antinfortunistiche): “La pericolosità dell’amianto è conosciuta sin dai primi decenni del Novecento. Dagli anni Sessanta esistono pubblicazioni sulla cancerogenità dell’amianto. Io sono una sorte di testimone, negli anni Settanta iniziai a occuparmi dei danni dell’amianto, e se un magistrato è a conoscenza della sua pericolosità c’è poco da discutere: come potevano non saper i manager?”.

Number of views (964)

Tags:
Stampa  
 
 
FONDAZIONE ANMIL SOSTENIAMOLI SUBITO Via Adolfo Ravà n. 124 - 00142, Roma Tel. +39 06 54196205 Fax +39 06 5402248 segreteriafondazione@anmil.it C.F. 97408540587
 Realizzato da Laboratorio delle Idee srl   Condizioni d'uso  Privacy   
Accedi