Fondazione Sosteniamoli SubitoLoghi

News Riduci

Ravenna, 23 dicembre

lunedì 23 dicembre 2013/Categories: News

Procedimento aperto per le morti e le malattie da amianto rilevate su 75 tra lavoratori del petrolchimico ravennate e loro familiari. Al termine della seconda udienza preliminare il Gup Piervittorio Farinella ha anche dato via libera alla citazione, quale responsabile civile, di Syndial spa, società del gruppo Eni. Sono in totale una settantina le parti civili ammesse, tra le quali figurano i tre principali sindacati, Cgil, Cisl e Uil; INAIL e Ausl; Legambiente nazionale e l'associazione 'Esposti amianto', oltre a una sessantina tra ex dipendenti ammalati o eredi di defunti. Non sono stati contrariamente ammessi Legambiente regionale perché considerata emanazione di quella nazionale, e le associazioni 'Esposti amianto e altri cancerogeni' e 'Osservatorio nazionale amianto' perché la loro nascita è posteriore ai fatti contestati. La prossima udienza è stata fissata per il 6 febbraio: in quella data si andrà nel merito delle udienze preliminari con le richieste di rinvio a giudizio del Pm Roberto Ceroni, titolare del fascicolo, per i 25 indagati, per lo più dirigenti o capisettore del polo chimico romagnolo che si sono susseguiti negli anni. Di profili penali, l'inchiesta ne aveva fatti emergere in totale 56. Ma in molti casi si trattava di persone già decedute. Il fascicolo - il più ampio mai aperto a Ravenna sugli effetti dell'amianto negli ambienti di lavoro - abbraccia un arco di tempo compreso tra gli anni '60 e la fine del 2012. Le ipotesi di reato sono a vario titolo di omicidio colposo in cooperazione e di lesioni aggravate.
In totale sono le 28 isole produttive al centro del caso. Secondo l'accusa, gli indagati avrebbero violato per colpa, sia generica che specifica, quelle norme che impongono a datori di lavoro, dirigenti e responsabili di settore, specifiche competenze per la protezione dei lavoratori.

Number of views (932)

Tags:
Stampa  
 
 
FONDAZIONE ANMIL SOSTENIAMOLI SUBITO Via Adolfo Ravà n. 124 - 00142, Roma Tel. +39 06 54196205 Fax +39 06 5402248 segreteriafondazione@anmil.it C.F. 97408540587
 Realizzato da Laboratorio delle Idee srl   Condizioni d'uso  Privacy   
Accedi