Fondazione Sosteniamoli SubitoLoghi

News Riduci

Ravenna, 28 febbraio

venerdì 28 febbraio 2014/Categories: News

Tra ex dirigenti, amministratori e direttori di stabilimenti ai vertici dell’azienda Anic (poi EniChem), sono ben 21 le persone rinviate a giudizio a vario titolo per lesioni colpose, disastro colposo e omicidio colposo. A deciderlo è il giudice Pier Vittorio Farinella, che ha accolto la richiesta del pubblico ministero Guido Ceroni.
In origine gli indagati erano 25, ma quattro sono deceduti durante la fase dell’indagine preliminare. Le parti civili ammesse sono una settantina, tra cui sono presenti l’INAIL e i familiari degli operai morti a causa dell’amianto. Gli anni presi in esame per ricostruire la storia del polo petrolchimico di Ravenna sono 28: dal 1957 al 1985.

Number of views (1019)

Tags:
Stampa  
 
 
FONDAZIONE ANMIL SOSTENIAMOLI SUBITO Via Adolfo Ravà n. 124 - 00142, Roma Tel. +39 06 54196205 Fax +39 06 5402248 segreteriafondazione@anmil.it C.F. 97408540587
 Realizzato da Laboratorio delle Idee srl   Condizioni d'uso  Privacy   
Accedi