Fondazione Sosteniamoli SubitoLoghi

News Riduci

Reggio Emilia

giovedì 27 dicembre 2012/Categories: News

I familiari di un ex operaio che lavorò fino a 41 anni fa alla Cemental - azienda che non esiste più - a Correggio di Reggio Emilia, deceduto a 76 anni per mesotelioma pleurico lo scorso maggio, hanno presentato una denuncia alla procura di Reggio Emilia per omicidio colposo e omissione dolosa di cautele contro gli infortuni sul lavoro. La vittima, Luciano Nanetti, aveva scoperto di essere malato di mesotelioma pleurico alla fine del 2011. Fra il 1967 e il 1971 aveva lavorato per la Cemental di Correggio, occupandosi della miscelazione della fibra di amianto con il cemento. A presentare la denuncia sono stati i figli Andrea, consigliere comunale del Pdl a Correggio, Stefano e la moglie Rosa Di Maio, tutelati dall'avvocato Ernesto D'Andrea. "Si tratta della prima causa fatta nei confronti della Cemental", ha spiegato l'avvocato D'Andrea oggi in una conferenza stampa. "Alla Cemental veniva lavorato l'amianto blu, il più pericoloso. Abbiamo trovato un documento del 1982 della Medicina del lavoro che spiegava come il prodotto venisse lavorato a ciclo aperto". "Vorremmo sensibilizzare gli abitanti di Correggio - ha aggiunto Andrea Nanetti - dove le morti per mesotelioma sono numerose, soprattutto tra gli ex dipendenti, ma nessuno ha ancora fatto azioni legali".

Number of views (1634)

Tags:
Stampa  
 
 
FONDAZIONE ANMIL SOSTENIAMOLI SUBITO Via Adolfo Ravà n. 124 - 00142, Roma Tel. +39 06 54196205 Fax +39 06 5402248 segreteriafondazione@anmil.it C.F. 97408540587
 Realizzato da Laboratorio delle Idee srl   Condizioni d'uso  Privacy   
Accedi