Fondazione Sosteniamoli SubitoLoghi

News Riduci

Torino, 30 maggio

venerdì 30 maggio 2014/Categories: News


Dodici dirigenti della Pirelli, la maggior parte dei quali ora in pensione, sono stati rinviati a giudizio dal gup di Torino Massimo Scarabello per la morte di 23 persone dovuta a malattie provocate dall'esposizione all' amianto negli stabilimenti di Settimo Torinese. Il pm Sabrina Noce li accusa di omicidio e lesioni colposi. Altre otto persone sono state invece prosciolte: i loro casi (una morte e otto malattie da amianto), risalgono a molto tempo fa e per questa ragione è scattata la prescrizione. Il dibattimento a dicembre. Il processo, denominato 'Pirelli-ter', verterà sul periodo 1969-2000, periodo in cui i manager rinviati a giudizio erano dirigenti dell'azienda o direttori degli stabilimenti di Settimo. I lavoratori a cui si riferiscono i capi di imputazione si ammalarono di mesoteliomi o di tumore alla vescica. In relazione a episodi analoghi, avvenuti in periodi diversi, a Torino si erano già svolti due procedimenti (denominati 'Pirelli' e 'Pirelli-bis') che avevano portato complessivamente a 22 condanne e 11 assoluzioni.

Number of views (970)

Tags:
Stampa  
 
 
FONDAZIONE ANMIL SOSTENIAMOLI SUBITO Via Adolfo Ravà n. 124 - 00142, Roma Tel. +39 06 54196205 Fax +39 06 5402248 segreteriafondazione@anmil.it C.F. 97408540587
 Realizzato da Laboratorio delle Idee srl   Condizioni d'uso  Privacy   
Accedi