Fondazione Sosteniamoli SubitoLoghi

News Riduci

Torino, 5 marzo

giovedì 5 marzo 2015/Categories: News


In contemporanea con l’indagine che porterà all’apertura del processo “Eternit Bis” nel mese di maggio, il pm Raffaele Guariniello, magistrato che combatte da tempo le battaglie contro l’amianto, ha aperto un’ulteriore indagine sulla morte per mesotelioma pleurico di 11 operai della ditta Skf di Pinerolo (To) e più precisamente negli stabilimenti di Villar Perosa e Airasca. Gli operai che si sono ammalati per le inalazioni di amianto, hanno lavorato all’interno dell’azienda svedese che produce cuscinetti a sfera dagli anni 60 agli anni 90. Al momento sono stati ascoltati dal magistrato alcuni dipendenti dell’azienda che hanno operato nelle sedi indagate asserendo di ricordare la presenza di amianto all’interno degli stabili e dei magazzini. Dopo la diffusione della notizia, è intervenuto sull’argomento anche Federico Bellono, segretario provinciale della Fiom-Cgil, dichiara: “Apprendiamo che la procura di Torino ha aperto un’indagine sull’amianto negli stabilimenti Skf di Airasca e Villar Perosa, in relazione a 11 casi di lavoratori che si sono ammalati di mesotelioma, tra gli anni ’60 e ’90. Si tratta dell’ennesimo caso di grande azienda metalmeccanica del torinese, l’ultima è stata l’Olivetti, in cui, a distanza anche di decenni, l’amianto miete vittime tra i lavoratori, avendo tempi di incubazione lunghissimi. È doveroso verso i lavoratori che si sono ammalati, e verso le loro famiglie, che vengano accertate tutte le responsabilità. A questo fine metteremo fin da subito a disposizione le nostre strutture e, in caso di processo, ci costituire parte civile come in tutti gli altri casi analoghi”.

Number of views (995)

Tags:
Stampa  
 
 
FONDAZIONE ANMIL SOSTENIAMOLI SUBITO Via Adolfo Ravà n. 124 - 00142, Roma Tel. +39 06 54196205 Fax +39 06 5402248 segreteriafondazione@anmil.it C.F. 97408540587
 Realizzato da Laboratorio delle Idee srl   Condizioni d'uso  Privacy   
Accedi