Fondazione Sosteniamoli SubitoLoghi

News Riduci

Taranto

giovedì 27 dicembre 2012/Categories: News

L'Usb (Unione sindacale di base) ha scritto allo Spesal (Servizio prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro) dell'Asl e alla procura di Taranto, segnalando la presenza di fibre di amianto in diverse zone dello stabilimento Ilva, trasportate dal tornado che si è abbattuto sulla città di Taranto mercoledì scorso. Il sindacato fa presente di aver appreso dai lavoratori delle aree Cok, Pma e Cco5 che "ditte specializzate starebbero provvedendo all'incapsulamento del materiale in questione". "Ci risulta - aggiunge l'Usb - che i lavoratori di dette aree non siano stati posti i luoghi distanti dalle zone interessate dal problema e, poiché vi è dispersione nell'ambiente, anche a causa del forte vento di questi giorni, si ritiene pericoloso per tutti i lavoratori dello stabilimento che rimangono esposti a gravi rischi per la salute". Il tornado ha provocato danni anche alle cosiddette Torri angolo (zona Cok), ma "mentre la torre 1 è dichiarata inagibile, la seconda non lo sarebbe secondo quanto asseriscono i preposti aziendale". “Poiché le due torri sono collegate tra loro da un nastro - annota l'Usb - non si spiega come mai una delle due sia agibile e l'altra no". Il sindacato ritiene insufficienti le rassicurazioni dell'azienda e chiede l'intervento "di tecnici esterni e di enti competenti non aziendali che redigano relazioni e rilascino certificazioni idonee".

Number of views (735)

Tags:
Stampa  
 
 
FONDAZIONE ANMIL SOSTENIAMOLI SUBITO Via Adolfo Ravà n. 124 - 00142, Roma Tel. +39 06 54196205 Fax +39 06 5402248 segreteriafondazione@anmil.it C.F. 97408540587
 Realizzato da Laboratorio delle Idee srl   Condizioni d'uso  Privacy   
Accedi