Fondazione Sosteniamoli SubitoLoghi

News Riduci

Avellino

mercoledì 20 febbraio 2013/Categories: News

Il timore è che il peggio debba ancora arrivare. Lo stabilimento Isochimica di Avellino dove nel corso degli anni ’80 si scoibentavano e ricoibendavano le carrozze ferroviarie provenienti dalle officine delle Ferrovie dello Stato, può a ragione essere considerato una sorta di caso Eternit decisamente meno vivo nella memoria comune. Secondo la denuncia dell’ dell'Osservatorio Nazionale Amianto, a causa dell’asbesto avrebbero perso la vita più di 140 persone che avevano lavorato nello stabilimento dell’ex Isochimica. É iniziato da poco il processo d'appello Eternit, ma non è l'unico orrore italiano legato all'amianto: di “morte bianca” è deceduto nei giorni scorsi Luigi Maiello, ad Avellino, per asbestosi. Una catena di decessi troppo sottovalutata, le cui responsabilità non sono ancora emerse dal punto di vista giudiziario , ma potrebbero essere imputate a chi ha determinato la scoibentazione senza protezioni per i lavoratori, con lo smaltimento dell'amianto all'interno della struttura stessa dove era stata scavata una buca in cui veniva depositato l'amianto. E sopra è stato costruito un ulteriore parte dello stabilimento.

Number of views (807)

Tags:
Stampa  
 
 
FONDAZIONE ANMIL SOSTENIAMOLI SUBITO Via Adolfo Ravà n. 124 - 00142, Roma Tel. +39 06 54196205 Fax +39 06 5402248 segreteriafondazione@anmil.it C.F. 97408540587
 Realizzato da Laboratorio delle Idee srl   Condizioni d'uso  Privacy   
Accedi