Fondazione Sosteniamoli SubitoLoghi

News Riduci

Bologna

giovedì 27 dicembre 2012/Categories: News

“Assoluzione perché il fatto non sussiste” per tre ex dirigenti delle Officine Grandi Riparazioni (Ogr) di Bologna, imputati per la morte di nove ex operai delle Ferrovie dello Stato il cui decesso, per l'accusa, era da imputare all'esposizione all'amianto avvenuta tra gli anni '70 e la prima meta' degli anni '80. L'ha deciso il giudice monocratico Gabriella Castore. Luigi Fiorentini, ex responsabile delle Ogr, Mario Gori e Franco Cataoli, ex responsabile dell'Ufficio Centrale Grandi Riparazioni del materiale rotabile e ex dirigente delle Officine, erano, tra le altre cose, imputati di omicidio colposo. Il pm Gabriella Tavano aveva chiesto tre condanne ad un anno e mezzo. "Si tratta di una sentenza giusta - ha detto l'avv. Armando d'Apote, che tutela Gori - che in parte fa giustizia di altre sentenze difficili da motivare, come la precedente, già appellata, che ha richiesto 32 mesi per essere motivata". Nel 2009 i tre, assieme ad altri ex dirigenti nel frattempo deceduti, furono condannati in primo grado a pene tra i dieci mesi e un anno per la morte di 12 operai. In merito alla sentenza di oggi la procura deciderà, dopo la lettura delle motivazioni, se ricorrere in appello.

Number of views (847)

Tags:
Stampa  
 
 
FONDAZIONE ANMIL SOSTENIAMOLI SUBITO Via Adolfo Ravà n. 124 - 00142, Roma Tel. +39 06 54196205 Fax +39 06 5402248 segreteriafondazione@anmil.it C.F. 97408540587
 Realizzato da Laboratorio delle Idee srl   Condizioni d'uso  Privacy   
Accedi