Fondazione Sosteniamoli SubitoLoghi

News Riduci

Messina

giovedì 27 dicembre 2012/Categories: News

L'amianto killer lavorato o semplicemente respirato nell'ex industria Sacelit di Archi continua inesorabilmente a mietere vittime. La notte scorsa è deceduto l'ex dipendente della "fabbrica della morte" L. F., 74 anni. È il centodecimo deceduto fra i 210 ex dipendenti. Anche lui è morto "per asbestosi pleurica, insufficienza respiratoria, placche della pleura parieto-costale e diaframmatica, tumore alla prostata ed alla vescica". Aveva lavorato per diversi anni alla ex cementeria di Villafranca Tirrena prima di approdare alla Sacelit di San Filippo del Mela. Ricorda Salvatore Nania, ex dipendente Sacelit e sindacalista: "Ha sempre svolto il suo lavoro con estrema correttezza, serietà e grande professionalità, non immaginando che quel posto che gli permetteva il sostenimento della propria famiglia sarebbe stato causa di atroci sofferenze e di morte".

Number of views (805)

Tags:
Stampa  
 
 
FONDAZIONE ANMIL SOSTENIAMOLI SUBITO Via Adolfo Ravà n. 124 - 00142, Roma Tel. +39 06 54196205 Fax +39 06 5402248 segreteriafondazione@anmil.it C.F. 97408540587
 Realizzato da Laboratorio delle Idee srl   Condizioni d'uso  Privacy   
Accedi